dolore alla spalla

Avete iniziato a sentire dolore alla spalla mentre facevate un'attività o qualche ora dopo?

Può capitare frequentemente che, mentre si fa un'attività, si cominci a percepire un fastidio alla spalla. Altrimenti ci si può banalmente accorgere in un momento della giornata che qualcosa non va.  All'inizio non ci date peso poi però il sintomo si prolunga per giorni e tende ad aumentare. La prima cosa da fare è non farsi prendere dal panico: poiché non avete subito un trauma importante è altamente improbabile che qualcosa all'interno della nostra spalla si sia danneggiato.

 

Perchè fa male?

Difficile rispondere a questa domanda senza un’adeguata valutazione clinica. Tuttavia la storia del dolore può fornire alcune indicazioni utili.

Se il dolore è comparso dopo un’attività a cui non eravate abituati (avete lavato i vetri di casa, sistemato degli oggetti in alto, fatto un’attività sportiva diversa dal solito) è probabile che si tratti di un sovraccarico. Il problema della spalla è che nella vita di tutti i giorni raramente viene utilizzata: mentre mangiamo, scriviamo, guidiamo o portiamo anche dei pesi usiamo soprattutto mani e gomiti. Quindi anche attività banali (“ho sistemato delle scatole di scarpe nell’armadio”) possono generare, in persone che non sono abituate a quel tipo di attività, un sovraccarico relativo con conseguente infiammazione e dolore, spesso anche molto forte.

Se il dolore è comparso dal nulla è probabile che siano subentrati meccanismi più complessi in cui la spalla inizia a far male sostanzialmente perché non la usiamo più. Il tipico esempio sono coloro che hanno male alla spalla (in questo caso si parla di fastidio o fitte saltuarie che scompaiono nel giro di pochi minuti) ma non riescono a capire bene quando: il dolore va e viene senza motivo, senza un movimento specifico scatenante.

Se il dolore è comparso dopo un grande sforzo (trasloco, lunga partita di volley, etc.) si parla di un chiaro sovraccarico. Farà molto male per qualche giorno ma con un po' di riposo passerà da solo.

 

Cosa fare.

Innanzitutto rispettare il dolore: non fate i movimenti che fanno molto male, sarebbe controproducente. Tuttavia non dovete neanche rimanere immobili! Cercate di muovere il braccio fin dove ci è concesso, usatelo in tutte le attività non dolorose e dove serve aiutatelo con l'altro braccio ma non immobilizzatelo: se non c’è stata una caduta il riposo non è indicato. Contattate un fisioterapista per sapere perchè il dolore è insorto e come risolvere il problema.

 

 

Ho fatto un esame e sono comparse calcificazioni, tendinosi, lesioni parziali dei tendini.

Qualora abbiate fatto un esame diagnostico è normale che ci siano tendinosi, calcificazioni, distensioni della borsa o lesioni del sovraspinoso. Il 59% delle persone asintomatiche (quindi completamente sane) ha queste stesse alterazioni. Inoltre, più aumentano gli anni nella vostra carta d’identità più aumentano queste alterazioni che dovete immaginare come delle rughe, nulla di più.

Quindi se da 1,2,5 mesi avete male non è affatto detto che quello che vedete nelle immagini sia la causa del vostro problema (i traumi ovviamente meritano un discorso a parte: se cadete per terra e vi fa male la spalla il pronto soccorso è il posto giusto).

 

Conclusioni

La fisioterapia offre una valida soluzione terapeutica per il vostro dolore: il fisioterapista valuta la spalla, individua gli esercizi più corretti (clicca qui per approfondire) e vi permette di avere immediato sollievo dal dolore tramite il trattamento manuale. Il fisioterapista e il paziente insieme individuano il percorso più indicato per riprendere a muovere la spalla e riavere il pieno controllo delle attività quotidiane senza sintomi.

E se il dolore alla spalla dura da anni?

 

Bibliografia:

Littlewood,Epidemiology of Rotator Cuff Tendinopathy: A Systematic Review, Sage Journal (2013)

Klintberg IH,Consensus for physiotherapy for shoulder pain, International Orthopaedics (2015)

Docking SI, Tendinopathy: Is Imaging Telling Us the Entire Story?, j orthop sports Physic ther (2015)

Lewis J, Rotator cuff related shoulder pain: Assessment, management and uncertainties, Manual Therapy (2016)

Ristori D,Towards an integrated clinical framework for patient with shoulder pain, Archives of Physiotherapy (2018)