Epicondilite: cause, sintomi, trattamenti.

un breve articolo su questa patologia molto complicata.

Che cos’è l'epicondilite?

L'epicondilite, comunemente nota come "gomito del tennista" o "gomito del golfista," è una condizione dolorosa che coinvolge il tessuto muscolare e tendine attaccati all'epicondilo, che è l'osso sporgente all'esterno dell'articolazione del gomito. Questa condizione può essere causata da sforzi ripetitivi o movimenti errati, spesso associati a determinate attività sportive o professioni.

 

Quali sono le cause dell'epicondilite?

Le principali cause dell'epicondilite possono essere:

Movimenti ripetitivi: Attività che coinvolgono movimenti ripetitivi del polso o della mano, come il tennis o il padel, possono aumentare il rischio di sviluppare questa condizione. Tuttavia anche muovere il mouse o scrivere a computer sono movimenti ripetitivi del polso. Non è errato chiamare questa patologia anche “gomito dell’impiegato”.

Sovraccarico: Sollevare pesi o utilizzare strumenti pesanti senza una tecnica adeguata può mettere una pressione eccessiva sui tendini del gomito.

Invecchiamento: Con l'età, i tendini possono diventare meno flessibili e più soggetti a lesioni anche senza causa apparante

 

Quali sono i sintomi dell'epicondilite?

I sintomi più comuni possono essere:

Dolore nell'area esterna del gomito.

Debolezza nella presa o difficoltà a sollevare oggetti pesanti.

Dolore che si intensifica durante l'uso del braccio, sport o lavoro.

Dolore che può irradiarsi verso l'avambraccio o il polso.

 

 

Perché l'epicondilite è una patologia complicata?

Ad oggi non è facile la gestione dell'epicondilite, sia dal punto di vista farmacologico che dal punto di vista fisioterapico o chirurgico. Il problema principale è capire la vera causa del dolore, poichè se è vero che il tendine spesso è il principale indiziato, sappiamo dagli studi scientifici che anche il nervo può generare dolore, così come altre strutture come la plica sinoviale. E' fondamentale inquadrare la patologia nelle fasi iniziali per indirizzare il trattamento più corretto. Tuttavia spesso le epicondiliti possono durare parecchio tempo ma non bisogna scoraggiarsi: quasi sempre si riesce a guarire!

 

Trattamento.

Ecco alcuni dei trattamenti più comuni:

Riposo funzionale: ridurre le attività che hanno causato il dolore senza tuttavia togliere quelle che non danno problemi.

Fisioterapia: Esercizi di rafforzamento e stretching sono fondamentali per migliorare la condizione.

Uso di tutori: Un tutore o un bendaggio può aiutare a sostenere l'area del gomito.

Farmaci: L'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei può ridurre il dolore e l'infiammazione.