Quale ginnastica fare per il mal di schiena?

Riassumendo: quale attività per la salute? IL MOVIMENTO È FELICITA’!

 

HO MAL DI SCHIENA, NE SOFFRO DA ANNI E MI E' STATO DETTO CHE DEVO FARE GINNASTICA. MA QUALE?

L’attività motoria è fondamentale per mantenere un buono stato di salute. Non me ne vogliano i pigri ma, ad oggi, non ci sono alternative al movimento per migliorare i propri dolori, siano essi di schiena, di collo, etc.

Siamo macchine progettate per il movimento e tutti i nostri sistemi biologici funzionano meglio se tenuti attivi. Pensate ad esempio alla passeggiatina per digerire meglio: il vostro sistema digerente gradisce della blanda attività motoria anche il pranzo di natale! Immaginate qualunque momento di gioia della vostra vita passata e futura: viene naturale muoversi, esultare. Il movimento è felicità.

Ma tutti noi siamo tendenzialmente sedentari. Spesso fermi mentre lavoriamo (ufficio, auto, etc), mentre mangiamo, mentre ci spostiamo (di nuovo auto, treno, etc), quando ci rilassiamo la sera (divano) e -giustamente- mentre dormiamo. Ma allora quanto ci muoviamo? Poco, spesso pochissimo.

 

QUALE GINNASTICA FARE PER IL MAL DI SCHIENA?

La riposta è semplice: vanno bene tutte! Siamo tutti diversi, con storie di vita diverse ed esigenze diverse: è impensabile che esista una forma di movimento migliore delle altre, che sia essa pilates, yoga, ginnastica posturale, bicicletta, sport di squadra, etc. Dovete cercare di assecondare i vostri gusti, sapendo che più varia è la tipologia di movimento e meglio è. Il fisioterapista può aiutarvi in questa scelta ma la decisione finale sarà sempre vostra perché la ginnastica non è una pillola che va presa per qualche settimana ma è un elisir di lunga vita che va mantenuto nel tempo quindi: vi deve piacere, deve essere comodo e non troppo dispendioso.

 

FACCIO SPORT/GINNASTICA MA HO ANCORA MALE. PERCHE'?

Se rientrate in questa categoria le possibilità possono essere tre:

1 vi serve un fisioterapista: talvolta il sistema dolorifico del vostro corpo non riesce a tornare da solo al proprio equilibrio ed è necessario il trattamento manuale per resettarlo (clicca qui per approfondire)

2 gestite male l’attività: in certi casi è necessario inquadrare in maniera specifica il problema per impostare un piano terapeutico personalizzato nell’ottica di ottenere risultati maggiori.

3 fate poca/troppa attività: in base al vostro stile di vita, alla vostra storia clinica e alle vostro corpo può essere che stiate facendo qualcosa di eccessivo o (molto più comunemente) troppo poco per stare meglio.

Contattatemi per avere più informazioni!

E se mi è stato detto che il mio problema è la postura? clicca qui per approfondire

 

Bibliografia

 https://www.epicentro.iss.it/attivita_fisica/linee-guida-oms-2020