esercizi a casa in quarantena

Ecco alcuni consigli per prevenire i dolori legati all’immobilità forzata.

Con i decreti legge di marzo 2020 la nostra libertà individuale è stata giustamente limitata per prevenire il contagio. Ne consegue che la possibilità di fare sport è fortemente limitata e l’insorgere di dolorini è dietro l’angolo. Sappiamo da decenni che il corpo umano è fatto per muoversi, che lo sport fa bene sia al corpo che alla mente ma adesso ci troviamo impossibilitati ad uscire di casa. Ecco quindi una serie di consigli sugli esercizi migliori da svolgere in questo momento:

  • quotidianità: difficile che in casa riusciate a riprodurre i carichi di lavoro che avevate prima quindi cercate di sopperire con la frequenza: trovate tutti i giorni 20-30 minuti per svolgere esercizi. L’Organizzazione Mondale della Sanità raccomanda per la fascia d’età 18-64 anni almeno 30 minuti di attività a media intensità 5 volte a settimana.
  • Programmazione: cercate di fare gli esercizi nello stesso momento della giornata per lasciare almeno 24 ore di recupero.
  • DOLORE: se eravate abituati, ad esempio, a correre mentre ora iniziate giustamente a fare esercizi a corpo libero in casa può essere che sopraggiungano dolorini vari. È assolutamente normale perché il vostro corpo non è abituato a svolgere questi nuovi esercizi e si deve adattare. Dosate i carichi per non sentire male, se un esercizio vi provoca un sintomo riducete il peso o il numero delle ripetute per non sentirlo. Piano piano vi abituerete ma non fate mai un movimento che vi provoca dolore!
  • tipologia di esercizio: su Yuotube e su parecchi siti specializzati trovate moltissimi esercizi da fare a casa nonché veri e propri programmi completi. La figura del fisioterapista resta fondamentale per capire cosa non fare in caso di pregressa patologia muscoloscheletrica. Il dott. Sabattini è a vostra disposizione via cellulare e whatsapp per guidarvi su come gestire il vostro piano di esercizi.
  • #andràtuttobene